venerdì 6 luglio 2012

Essere Fescion a Madrid

Madrid. Una città che ha contribuito allo sviluppo del genere umano con:
- studenti Erasmus (in entrata e in uscita)
- squadre di calcio molto forti (chissene)
- Guernica.

Stop. Basta. A Madrid in pratica non c'è nient'altro che non si possa trovare in qualsiasi altra città.

MA.
Ma stiamo divagando. L'obiettivo attuale non è parlar male di Madrid (cosa che comunque faccio sempre con piacere), ma rendervi edotte su cosa significa essere Fescion nella patria di Cervantes e Penelope Cruz.

1) Fast-fashion rules
Nel caso in cui qualcuno ancora lo ignorasse,  vi informo che il 90% della roba che noi donne normali ci chiaviamo addosso è prodotto dalla Inditex (vabbè "prodotto" sono parole grosse in questo caso...). Il restante 10% si divide equamente tra Mango e H&M. Indi ragion per cui il 95% dei vestiti indossati dalle donne europee ha una nazionalità vagamente spagnola.

C'avete presente quanto sono fieri e arroganti gli spagnoli? C'avete presente quanto si atteggiano per quelle 2 cose che hanno?

Siccome gli spagnoli sono i re del Fast Fashion, le spagnole hanno decretato che le loro membra non indosseranno mai pezzi di stoffa che non siano riconducibili a Inditex o a Mango. Non provate nemmeno a regalar loro un Prada, un Gil Sander o un Elie Saab che tanto non capirebbero....

Tra l'altro, sono bravissime perchè nella scelta del brand specifico da indossare seguono pedissequamente la brand strategy definita dai responsabili marketing della Inditex, che ho graficamente riassunto per voi qui:



2) Nessuno scuorno (Senza vergogna)
In pieno inverno vorresti mettere gli shorts con le calze pesanti e un gilet di pelliccia leopardata, ma pensi che i bambini del tuo quartiere potrebbero sfotterti per l'eternità?

Sei 190kg per 150 cm, ma vorresti ugualmente girare in minigonna e tacco alto?

Pensi che saresti figa con gli stivali di pelo il 4 di agosto?

Madrid è la città che fa per te. A Madrid tutto è possibile. Non c'è vergogna. Non ci sono limiti.

E in molti casi non c'è nemmeno dignità.

3) Tacco 12? Yes we can!
Madrid ha un'orografia talmente piatta da far invidia alle mie tette.
A Madrid esistono anche i marciapiedi e qualche anima pia ha deciso di  limitare l'utilizzo dei sanpietrini allo stretto necessario.
Inoltre Madrid ha una metropolitana. Cioè, una metropolitana vera, di quelle con più di 2 linee.


L'effetto combinato di questi fattori è la possibilità per tutte le donne di indossare i tacchi. Qualsiasi tipo di tacco. A qualsiasi ora del giorno. Ci piace assai!

4) Il diadema?
Ho frequentato assiduamente Madrid per un anno e mezza circa. Tuttavia per scirvere questo post ho chiesto aiuto a un'amica che ci vive da tempo e che mi ha detto una cosa sconvolgente: a Madrid usano tantissimo i diademi!!!




Che? Davvero? Io sono ancora sotto chock. Forse non mi riprenderò mai da questa notizia!
Proporrò a Napolitano di dichiarare guerra alla Spagna.

5) Fescion Aicon
La Fescion Aicon madrilena per antonomasia è Letizia Ortiz, principessa delle Asturie e futura regina.


Solo adesso mi spiego quella storia del diadema!

Nessun commento:

Posta un commento