venerdì 3 agosto 2012

Avventure estive

Immagina di trovarti su una piccola isola del mediterraneo dove le uniche attrazioni sono il mare, i tramonti e i calamari alla griglia.

Tu da brava donna fashion hai portato cappello di paglia, bikini a fascia rigorosamente bianco latte, sandali di cuoio e mini vestiti e OVVIAMENTE la tua inseparabile Longchamp. E così bardata intendi trascorrere i prossimi giorni spiaggiata sul lettino a leggere le riviste arretrate e spalmarti la protezione.

Ma puntualmente dopo un po' arriva qualcuno e ti convince dell'importanza di visitare la meravigliosa caletta di turno, raggiungibile solo in barca o a piedi... "ma non ti preoccupare! Sono solo 10 minuti e c'è un bellissimo sentiero".

Quindi tu, donna fashion e amante della natura, infili il tuo bikini bianco, il tuo mini vestito bianco, il tuo cappellone da diva, i tuo sandali etno-chic e la tua capiente Longchamp e così conciata ti avvii verso la caletta.

Solo che altro che 10 minuti in un comodo sentiero. Col cazzo! Saranno 10 minuti volando. E il sentiero è praticamente una parete rocciosa infestata di vipere e arbusti spinosi. E tu sei là: con una mano ti reggi il cappello e con l'altra tieni la borsa e nel fare ciò invochi Padre Pio.

Che fare? Rinunciare ed essere trattate per sempre come un'imbecille con il cervello offuscato dal bisogno di essere trendy oppure tentare e incorrere in una morte certa e orribile?ovviamente tentare.

Ed è stato proprio così che mi sono ritrovata a scendere la cazzo di parete rocciosa con le mani a terra e la pancia all'aria, bestemmiando in inglese frasi del tipo "I'm a fashion blogger. I can't do that!" e appendendomi con la forza della disperazione a tutti gli arbusti sulla mia strada maledicendo il cappello e soprattutto i sandali etno-chic di merda.





 Morale della favola:
- ho i piedi pieni di vesciche
- le braccia sono un gomitolo di graffi
- il costume è bianco ma con delle affascinanti striature color terra di Siena bruciata
- il vestito l'ho buttato che tanto era ridotto tipo Robinson Crusoe
- la Lonchamp e il cappello si sono presi a turno maledizioni da me e dai miei compagni di gita.

In compenso ero la più figa della caletta. Vuoi mettere?

Nessun commento:

Posta un commento