lunedì 25 giugno 2012

La Zoccolaccia Adolescente Anoressica

OGNI RIFERIMENTO A FATTI O PERSONE NON è PURAMENTE CASUALE.

Immaginate un mite pomeriggio primaverile. Immaginate 2 amiche di un'età compresa tra i 25 e i 30 anni alla ricerca di vestiti fighi e abbordabili per sposalizi (altrui, ovviamente). Immaginate un'obbligatoria tappa da Zara in Via del Corso a Roma.

Ecco, adesso immaginate la frustrazione di scoprire che:

- l'intera collezione PE 2012 di tutti i low cost spagnoli messi insieme è al 90% composta da vestiti bianchi (notoriamente banditi da ogni sposalizio a meno che non si voglia essere linciate da una sposa inferocita)

- tutti i pochi colori disponibili ti sbattono come uno zabaione

- hai il ginocchio cicciottino che nemmeno il tacco 12 può più nascondere

- col tubino non sei elegante ma fai semplicemente cagare

Ma tutto ciò è nulla al confronto di quello che ti attende quando la smetti di concentrarti sui vestiti da provare e guardi quello che ti circonda. In quel momento comprendi l'ORRIBILE VERITA' ovvero che  
l'intera Via del Corso è irrimediabilmente colonizzata da una nuova specie umana, meglio conosciuta come: LA ZOCCOLACCIA ADOLESCENTE ANORESSICA (LZAA per gli amici).

LZAA ha ovviamente un'età compresa tra i 14 e i 18 anni, la qual cosa non mi disturberebbe affatto se - come ogni adolescente rispettabile - avesse nell'ordine:
A) capelli unti e con un taglio di merda;
B) brufoli e pelle lucida;
C) un dubbio gusto nel vestire.

E invece no.
LZAA pesa circa 5 kg (vestiti compresi); ha i capelli lunghi fino al culo, puliti sciolti e splendenti; ha una pelle che ti fa venire voglia di mandarla al rogo e gambe lunghe quanto ombrelloni.
In più LZAA non è di quelle che ti fanno pensare "fa schifo tanto che è secca!". No. Lei è esile. E' "aggraziata", la stronza.
Ma soprattutto LZAA ama sottolineare la sua zoccolaggine-adolescenza-anoressicità indossando la seguente divisa (dal basso verso l'altro):

- ballerine nere molto scollate a mostrare l'attaccatura di quelle fottutissime ditina dei piedi
- skinny jeans chiari perchè pesando 5 kg lei può
- mariniere oversize di quelle che le alzi da una spalla e se ne scendono dall'altra (con tanto di sbuffo annoiato incorporato)
- borsa di cuoio superfiga, molto understatement
- manicure rossa, con unghie corte (e sospetto che si trattasse di gel semi-permanente per tutte loro)

Ne ho contate 7. In 40 minuti. Non vi dico cosa è stato provare un vestito sotto gli occhi di ben 3 esponenti della loro specie.

Morale della favola? IO AL VIA DEL CORSO NON CI VADO PIU'.





Nessun commento:

Posta un commento