mercoledì 24 ottobre 2012

Ottobrate e uccelli cagatori

Tutte le città hanno il proprio personalissimo dramma.
A Milano c'è la nebbia.
A Napoli c'è il Vesuvio.
A Firenze ci sono i giapponesi.
A Venezia c'è l'acqua alta.
A Torino c'è la redazione del TG3.
E a Roma ci sono gli UCCELLI CAGATORI.

Chi vive a Roma sa a cosa alludo: con l'inizio dell'autunno la città eterna è presa d'assalto da orde di uccelli che scagazzano per settimane fino a quando la popolazione, stremata, non implora l'amministrazione comunale di intervenire e quelli mandano uomini in tuta bianca a confondere gli uccellacci con sofisticati marchingegni (fischietti) studiati per indurli a tornaresene da dove sono venuti.
Dice che sono rondini ma io non ci credo del tutto perché le rondini che conosco io sono animali graziosi che non danno fastidio a nessuno. E che tra l'altro sono molto carine come fantasia per una camicetta preppy in crepe di seta!!!

Dopo aver assistito per 3 anni attonita a questo funesto fenomeno mi sono data una spiegazione. La colpa è dell'Ottobrata romana ovvero di quella particolarità climatica per cui appena fai un accenno di cambio di stagione a Roma torna l'estate, ci sono 28 gradi, la gente non sa più cosa si deve mettere per cui vedi sullo stesso marciapiede una MILF con i sandali e un'altra col cappotto. 
Se il fenomeno dell'Ottobrata coglie di sorpresa noi umani, immaginate cosa provoca nella psiche di questi poveri uccelli migratori.
"Andiamo in Africa" dice il capo-rondine.
"Ma ci sono 28 gradi!" risponde una rondine ribelle.
"Allora restiamo qua" dice un'altra.
"Ma io avevo dato appuntamento a una mia amica a Konakry!!!"...
Insomma in men che non si dica si scatena il putiferio, l'ordine sociale del regno delle rondini viene turbato e i membri della comunità rondinesca - non sapendo come comportarsi - iniziano a cagare come se non ci fosse un domani.

Le conseguenze dello scagazzamento delle rondini sono gravissime.

[Ad esempio solo nell'ultima settimana io mi sono beccata già 5 cagate: una in testa, una sul piede, una sulla giacca, una sulla borsa una sulla mano destra. Tutte mentre ero in bici. Quindi se sul lungotevere vi è capitato di vedere una ragazza bellissima, squisitamente vestita, che jastemma tutti i santi probabilmente ero io].

Ai semafori regna il terrore: i pedoni guardano i segnali con impazienza, tenendo le dita incrociate e sperando di non essere investiti da una cascata di guano nell'attesa.
Appena scatta il verde folle di bipedi vengono vomitate sulle strisce e corrono nella (vana) speranza di salvarsi.
I marciapiedi puzzano di morte e la gente li percorre correndo a tipo Husain Bolt con una faccia preoccupatissima e molto brutta a vedersi.
Ragazze altrimenti graziose e eleganti tirano giù tutti i santi dal calendario alla quinta cagata in testa.
Gli incidenti aumentano perché tutti vanno di fretta e perché anche quelli che di solito vanno in bici o in motorino cercano rifugio nell'abitacolo di un quattroruote.
E tutto ciò a causa degli UCCELLI CAGATORI!

Basta con questi tragitti casa-lavoro all'insegna dello stresse e della paura.
basta con queste passeggiate frettolose con il naso all'insù.
Diciamo NO agli UCCELLI CAGATORI. Diciamo si all'arrivo dell'inverno!

4 commenti:

  1. Mi hai fatto morire dal ridere, aahhaahha !
    Grazie, mi ci voleva!
    Buona giornata.
    LaFra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fra tu ridi ma io intanto stamane me ne sono beccata un'altra. ma si può vivere così?

      Elimina
  2. Help Protect Yourself From ID Theft. Enroll Now.

    RispondiElimina
  3. Quantum Binary Signals

    Professional trading signals delivered to your mobile phone daily.

    Follow our trades NOW and profit up to 270% per day.

    RispondiElimina