martedì 11 dicembre 2012

Vestiti da sposa per gente chiatta

Care amiche [che tanto ai maschi questo post interessa quanto conoscere la distribuzione del reddito in Laos], scegliere un abito da sposa è una cosa importante e psicologicamente impegnativa. Soprattutto se non assomigliate moltissimo a Megan Fox.
Che vi stiate sposando o meno, ritengo mio imprescindibile dovere morale aiutarvi a trovare il bandolo della matassa, per evitare che nel giorno delle vostre nozze sembriate Moira Orfei.


Ho suddiviso le tipologie di abiti da sposa in Lunghi e Corti e per ciascuno ho individuato le caratteristiche peculiari e il tipo di donna a cui dona. 
Però vi faccio una premessa.  Se siete più basse di 1,65 optate per il corto, a meno che non vi stiate sposando in chiesa e il prete sia un tipetto tradizionalista!

I Lunghi

Vestito Meringa
Bustino steccato, gonna ampia, materiali preziosi, ricami, tulle, strascico e parapallo. Il classico Vestito Da Sposa è abbastanza scomodo, ingombrante e sinceramente non so a chi starebbe bene oggi. Resta in voga solo negli USA che si sa che là sono un po' tamarre.

OK ammetto che l'abito di Nicole Richie è una meringa carina.
Ma solo perché è in tulle e perché ha un corpetto da sogno.
Peggior vestito da sposa 2012. A meringa, con le balze,
rosa e effetto tie&dye per giunta!


Vestito Classico ma moderno
E' la versione attuale del Vestito Meringa. La differenza può sembrare piccola ma è fondamentale e sta nel fatto che la gonna è solo leggermente svasata. L'effetto è totalmente diverso. Certo si tratta sempre di un vestito "importante" adatto a matrimoni tradizionali, ma è molto più moderno e fine, soprattutto nella versione streapless [cioè senza spalline, miei piccoli analfabeti fescion!]. E' un genere di abito che dona a tutte, tranne a quelle con le braccia di Hulk.

Pronovias 2013
Amsala 2013


Vestito Goddes
Ovvero ispirato all'antichità classica greca e romana. Nel 95% casi si tratta di abiti monospalla, mooooolto drappeggiati, eterei, in materiali leggerissimi e con un taglio impero sotto il seno. Sono adatti a chi ha un bel seno e qualche problemino di pancia MA fianchi perfetti [la gonna scivolata non perdona, soprattutto se realizzata in tessuti morbidi!]. Il dettaglio gold, a mio modesto avviso, è stupenderrimo.

Quando Marchesa si mette di impegno...
E' LOVE! E' LOVE! E' LOVE!


Vestito da principessa bucolica
Se proprio deve essere lungo che almeno sia così. Mezza manica indicatissima se il matrimonio è religioso, scollo tondo e pudico [che non è bello mostrare le tette il giorno del vostro matrimonio], linea scivolata, ricami e pizzi delicati. Sono vestiti per donne romantiche e un po’ schive, senza particolari difetti fisici e magari con una seconda abbondante di seno. Secondo me per indossarli bene è imprescindibile avere i capelli biondi e evitare il velo. Poi fate un po' come vi pare.

Marchesa 2013
Elie Saab. Ovviamente!


Jenny Packham
Volevo trovare un nome anche ai suoi vestiti, ma come si fa? La bellezza, la grazia, l’eleganza, la sensualità. Ma personalmente ritengo che possa metterli solo quella stronza di Keira Knightley.


Vi presento il vestito per cui darei un rene!
...se lo volessi lungo...


I Corti (caldamente consigliati alle tappe!)

Vestito ballerina
La caratteristica peculiare di tali vestiti è la gonna di tulle al ginocchio, più o meno gonfia a seconda di quanto siate tamarre-inside. Alla gonna fa solitamente da contraltare un corpetto molto semplice, con o senza spalline, in tessuti lucidi. Adatto alle culone con spalle esili come la sottoscritta. Sembrerete delle ninfe!


Si vede uno schifo, ma tanto è bastato affinché io esclamassi
"Questo, MIO!" (Amsala)

Ari-Amsala. Bello. Bello. Bello.

Vestito New Look
New Look, cioè la rivoluzione portata da Dior negli anni ’50. Ovvero gonne ampie, a vita alta, corpetti stretti e modellanti. L’apoteosi della femminilità con un twist vintage e – perché no! – ironico. Vi consiglio di personalizzarlo con accessori divertenti (cappelli con veletta, nastri colorati, guanti da motociclista…). Anche questo, a prova di chiappona!


Io dinanzi alla parte superiore del bustino
in velo, alzo le mani e piango di gioia!

Splendido. W le scarpe scure sotto
i vestiti da sposa!

Anni ‘20
In realtà, si trovano in versione sia lunga sia corta. Linea a sacco, semplicissima, e tessuti da perderci la testa. Questo genere di vestiti sta bene quasi solo alle mazze da scopa piene di carattere. E noi proviamo tanta invidia per tali donne fortunate. Caschetto nero d’ordinanza. Mi raccomando, andateci piano con le paillettes!


Il lato glamour della bandana!
Nessuno mi toglierà mai dalla testa che
quello di Kate era un vestito anni '20


Tubino
So che non sarete d'accordo, ma io non posso fare a meno di proporvelo. Il tubino è una scelta anticonformista che si addice solo ai matrimoni con rito civile e che richiede davvero un bel fisichetto [attente che per il tubino non basta essere magre, ma bisogna anche avere tutte le curve al posto giusto!]. Sceglietelo color crema e investite sul tessuto. E ricordate che questo è l'unico vestito che forse avrete l'occasione di rimettere, qualora vi interessasse.

Theia 2013

Tubino da stronza chic!

Ora indovinate di quale tipo di vestito intende appropriarsi la sottoscritta, tempo, soldi e negozi permettendo!

9 commenti:

  1. Credo il vestito a ballerina o new look, ovviamente personalizzandolo :)

    RispondiElimina
  2. L'abito corto non si puo' vedere, fa troppo saggio di danza. Attendo dettagli relativamente all'abbinamento delle scarpe.

    RispondiElimina
  3. saresti bellissima con ari amsala, ma il corpetto lucido mi perplime,,,, o con il secondo della serie new look! per quanto mi riguarda non ho dubbi, lungo e romantico! :D anche se sono tappa!

    RispondiElimina
  4. Ahh! Ballerina o new look, un sogno...!

    RispondiElimina
  5. dove si trova il link negozio :)

    RispondiElimina
  6. Il lato glamour della bandana!

    RispondiElimina