martedì 19 marzo 2013

Perché amo Gossip Girl

Ho pensato a lungo se fosse indicato e giusto scrivere questo post senza trovare una risposta. Poi mi sono trovata in aereo in mezzo a una scolaresca, stanca, afflitta, senza FB o riviste di moda e quindi l'ho scritto ugualmente.

Se devo pensare a una serie TV che mi ha cambiato la vita è senza dubbio Gossip Girl. Certamente non si tratta del miglior serial che sia mai stato prodotto: non è Friends, non è Mad Man e non è manco the OC per intenderci. Anzi per dirla tutta a partire dalla terza serie Gossip Girl è veramente una cazzata micidiale ma ciò non mi impedisce di amarlo perché - come ho già avuto modo di spiegare in questo post - Gossip Girl ha avuto il merito di spegnere il mio cervello quando il mio cervello voleva spegnere me (quindi dovete ringraziare Gossip Girl se oggi sono qui a tediarvi).

Non mi dilungherò sui motivi per cui Gossip Girl è una cazzata fototonica che a quello ci pensano le recensioni di Serialmente e finanche un articolo di Le Monde Diplomatique. Vi dirò però i motivi per cui vale sempre e comunque la pena di vederlo.


1) I CAPELLI DI SERENA
Serena Van Der Cazzen è una stronza dell'Upper East Side che, non paga di essere una privilegiata, ha deciso di rendersi ancora più odiosa all'umanità adottando un atteggiamento interclassista e aperto al proletariato, che poco le si confà. Serena è una Zoccolaccia pentita (ma non troppo) con una capacità di fare casini sentimentali che solo io tra i 21 e i 25 anni potevo eguagliare.
La negatività di questo personaggio è bilanciato dalla sua unica dote: i capelli da WASP bohémienne con quell'effetto spettinato-mosso che nessun parrucchiere in Italia ti saprà mai ricreare. L'osservazione dei capelli di Serena induce catatonia però è rilassante. Sull'argomento mi sono sempre chiesta "ma quante volte a settimana fa lo shampoo Serena? Ma come fa a lavarli e asciugarli quando si sveglia strafatta di crack nel letto di tizio di passaggio?". Purtroppo gli sceneggiatori e i produttori non hanno mai sciolto questo nodo - a mio avviso fondamentale - della narrazione.

2) BLAIR
Blair meriterebbe uno spin off perché è senza dubbio uno dei più bei personaggi mai creati per un telefilm. Migliore amica di Serena, ne è anche la negazione totale, a partire dai capelli sempre pettinati e ordinati con frontini dalle fogge più disparate. L'aspetto peculiare di Blair è il suo essere una stronza assetata di potere e attenzioni, una scaltra manipolatrice priva di scrupoli e codici morali. Questa sarebbe già condizione sufficiente per amarla alla follia ma gli sceneggiatori ci danno un motivo migliore per arrivare alla venerazione: il classismo. A differenza della sua amica, Blair è infatti una fiera e consapevole rappresentante del proprio ceto socio-economico, di cui ama sottolineare la superiorità non solo materiale ma finanche morale. 
Di Blair ci piace ricordare le seguente affermazioni degne di nota

"Non puoi far sì che la gente ti ami, ma puoi far si che ti tema."
"I bagnini fichi sono come i Kleenex, li usi una volta e poi li getti via."
"Gli abiti usati li dai in beneficenza o ai fratelli più piccoli...non alle spose il giorno del loro matrimonio!!"
"Perché dovrei offenderti se ci ha già pensato madre natura ?"
"Chi dice che i soldi non fanno la felicità è perché non sa dove fare shopping!"
"L'anno scorso il tuo cervello ha partorito un pensiero,ma è morto di solitudine"
"Non è che sono snob… è che per me non esisti!"
"Le spalline potranno anche passare di moda...ma una migliore amica è per sempre!!!"
"Tesoro, quando inauguri il tuo cervello fammelo sapere, che ti regalo una pianta!"
"Quando il Principe Azzurro trovò la scarpetta di Cenerentola, non lo accusarono di essere feticista."
"E' di Vivier, vale molto di più di una scarpetta di cristallo."


3) SERENA VS BLAIR
Il telefilm inizia e si conclude con Serena che si strombazza il ragazzo di Blair la quale, piccata ma piena di bon ton, in entrambi i casi (ma soprattutto la prima volta) escogita piani elaborati per mandarla al CTO e/o farle fare enormi figure di merda dicendo in giro che è tossicodipendente e ha gli organi genitali spanati (come se la notizia non fosse già di dominio pubblico).
Per quanto tali siparietti siano del tutto incredibili (nessuno arriverebbe a tanto e nessuno soprattutto sarebbe ancora in grado di rivolgersi la parola dopo essere arrivati a tanto) sono catartici. A chi non è mai capitato di avere voglia di spaccare l'arcata dentaria superiore della propria amica del cuore perché ha detto una cazzata che vi ha ferito? Chi non è stato protagonista o vittima dell'invidia di una sedicente amica? A chi non è mai successo di darsi in faccia così, senza motivo, solo perché ti girano le palle e quella povera crista della tua amica sta su Skype?

4) IL BULLISMO CLASSISTA
Questo è l'aspetto che più si è perso nel corso del tempo ma Gossip Girl resta sempre il miglior esempio di bullismo televisivo EVER. Anzi, il bullismo classista è l'unica vera ragion d'essere di questo telefilm raffazzonato e opinabile, l'elemento che ci fa soprassedere sulle evidenti falle della trama e sugli improbabili ritorni di fiamma più veloci del west. Perché a noi ragazze cresciute a jeans, pasta e ceci e scuola pubblica piace pensare che esista una realtà parallela fatta di crudeli ragazze bionde, ricche e privilegiate, con la gonna a pieghe e il frontino coordinato al cappotto che si divertono a fare lo shampoo con lo yogurt alla stronza della IID colpevole di averci provato con Tizio o Caio o a istigare al suicidio la secchiona della classe. E tutto ciò perché siamo delle povere frustrate.

5) IL LATO GLAMOUR
Come è noto la finalità precipua di ogni telefilm adolescenziale da Dawson's Creek in poi è quello di generare il bisogno di acquistare vestiti. Da questo punto di vista, Gossip Girl rappresenta il non plus ultra perché, trattando dell'ovattato mondo delle socialite dell'Upper East Side le occasioni per sfoggiare tacchi 12 e vestiti di Elie Saab si sprecano. Qui ci piace ricordare solo i momenti più memorabili della storia delle mise di Gossip Girl.
Il vestito da Ferrero Rocher di Serena Parte 1


Le calze rosse di Blair
Il vestito da Ferrero Rocher di Serena parte 2
Il look da bagascia sadica di Jenny
You know you love me!

XOXO

Nessun commento:

Posta un commento