venerdì 26 aprile 2013

Quello che era figo e adesso NO! Una storia a lieto fine.

Oggi non era in mio programma scrivere un post, soprattutto non pensavo di scriverlo su questo argomento ma poi mi sono imbattuta in questa foto e la domanda è sorta spontanea:

Robert Pattinson al Coachella 2013
SCUSATE, MA QUESTO UNA VOLTA NON ERA FIGO?

Sbaglio o fino a qualche mese fa era l'idolo delle teenagers a cui anche le trentenni si sarebbero concesse di slancio e con molta convinzione [cioè, non so voi, ma io di certo]? Cosa gli è successo? Perché è passato da "FIGO CONTURBANTE E MALEDETTO" a "SFIGATO CON SPALLE DA CASO UMANO"?
Poi mi è venuto in mente che questo non è il primo caso di depauperamento del figo a cui ho avuto il dispiacere di assistere nel corso della mia vita. Prima di lui, fu Leonardo Di Caprio a subire una mutazione inspiegabile e dolorosa per noi adolescenti degli anni '90. 
No agli OGM!
Insomma il depauperamento del figo è un fenomeno tristemente presente nella società contemporanea che non colpisce solo giovani sex symbol americani, ma che ognuna di noi può testimoniare. Alzi la mano chi ai tempi del liceo non aveva una fissazione morbosa per un piccolo bellissimo esponente del genere maschile [senza essere ricambiata, ça va sans dire] che già alla fine dell'università si era tramutato in un insignificante portatore di pene o, addirittura, in un orrido e repellente cesso. 
E, ovviamente, in questi casi al deterioramento estetico non si accompagna un miglioramento intellettuale dato che chi è cresciuto pensandosi Gesù Cristo sceso in terra è e resterà per sempre (anche quando non può più permetterselo) un imbecille supponente da prendere a randellate in bocca.

Quali lezioni di vita trarre da questo dato di fatto? Certamente, c'è una piccola parte di noi che gode di questo fenomeno. Io ad esempio quando ero al Liceo non ero proprio bellissima e corteggiatissima, quindi scoprire di essere diventata con gli anni più figa dei miei passati oggetti del desiderio è stata una piccola e inutile vittoria per il mio smisurato ego. Purtroppo però il tempo sprecato a sbavare per un imbecille con gli occhi blu e la sigaretta in bocca non ci verrà mai restituito.

Quello che è sicuro è che se un giorno avrò una figlia così scema da raccogliere i mozziconi di sigaretta di un belloccio che non sa della sua esistenza e conservarli in un reliquiario [ehm... perché voi non lo facevate???], le farò il seguente discorso:

"Cara la mia piccola bambina scema, 
tra 10 anni il proprietario di questi mozziconi sarà uno studente del DAMS fuorisede, fuori corso e fuori forma che sbava dietro a qualsiasi donna disposta ad avere una conversazione con lui (e non saranno in molte, te lo assicuro). 
Tu invece sarai auspicabilmente figa, avendo preso dalla sottoscritta. 
Quindi smettila di raccogliere mozziconi che non ci fai una bella figura e rivolgi la parola a quel poveraccio del tuo compagno di classe che ti aiuta con i compiti di matematica ed è sempre gentile con te perché fra 10 anni vorrai raccogliere i suoi mozziconi, ma quasi certamente lui non sarà un fumatore."

4 commenti:

  1. Dai, adesso Leo sembra Jack Nickolson. Ha comunque il suo fascino...

    RispondiElimina
  2. Ho scoperto oggi questo blog, questo è il secondo post che leggo e...che dire??!!!
    Complimenti, anche se tu mi tocchi Pattinson e Di Caprio, il presente e il passato del mio rincoglionimento!!!
    Pattinson non so come sarà tra 20 anni (spero non trasandato e con la panza), ma Di Caprio si è mantenuto bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai come me e pass a Fassbender che è tanta roba!!!

      Elimina
  3. brava! così smontiamo il mito che se l'uomo invecchia conserva il fascio dell'attempato invece le donne scadono e basta! Tiè!

    RispondiElimina