mercoledì 9 ottobre 2013

Nené Cherie goes to Eastpak

Come vi avevo annunciato, venerdì scorso la vostra Nené Cherie è prepotentemente entrata nel glitterato e sfavillante mondo dei press-event, ovvero di quelle occasioni in cui le aziende presentano loro stesse e i loro prodotti alla stampa e - ca va sans dire - alle Fescion Blogger, il cui compito è diffondere il verbo nella rete spargendo immagini di se stesse associate agli oggetti di cui sopra. Il tutto condito da location à la page, musica e bibite e cibo gratis. Che non guasta mai.

I pionieri che hanno avuto il coraggio di introdurmi in tale dorato mondo sono i ragazzi di Eastpak. Un marchio che non c'è bisogno che vi presenti perché immagino che tutti voi avrete posseduto un loro zaino / borsello / portafogli / cartella nel corso dei vostri anni migliori (non come me che ero una bambina sfigata e che in 4° elementare mi regalarono un Invicta il quale, nonostante tutti i miei sforzi, non si distrusse mai al punto tale da indurre Madre a sostituirlo, ragion per cui guardavo gli Eastpak altrui con il naso appoggiato alla finestra come solo Dickens saprebbe raccontarvi). 
Quello che forse non sapete è che recentemente la Eastpak ha lanciato una piccola collezione appositamente pensata per chi c'ha un lavoro, una vita e i cazzi che gli abballano per le cervella, ma che non per questo intende abdicare al proprio status di "giovane adulto metropolitano" andando in giro come uno scappato di casa. Si chiama Authentic Digin ed unisce l'utile al dilettevole, permettendo a chi possiede uno di questi pezzi di andare in riunione o in viaggio senza rinunciare alla comodità o allo stile (vintage).


Ora dovete immaginare la mia faccia quando mi hanno chiesto "Quale preferiresti avere?". A me. La donna che da anni va a riunioni e conferenze in giro per il mondo con borse indegne di questo nome solo perché "occupano poco spazio in valigia" e "non pesano più del loro contenuto". Ovviamente mi sono avventata con tutta la forza della disperazione sulla borsa che vedete qui in basso e che già è entrata a far parte dei miei MAI PIU' SENZA. Stupenda. Tutta in cotone e pelle. Capiente, leggera e - soprattutto! - con porta-computer interno e un numero sufficiente di tasche.



E qui veniamo alla parte drammatica della faccenda. Perché questi veramente mi hanno fatto le foto. Cioè, io glielo avevo detto che in foto sembro un gabinetto semovibile, soprattutto se non conosco da almeno 15 anni il fotografo e abbiamo fatto le vacanze insieme, ma niente quelli hanno insistito che stavo benissimo... I risultati ovviamente potete apprezzarli. 

Per quanto riguarda l'AUTFIT adottato, sebbene l'opzione Olivia Palermo avesse vinto a man bassa sulle altre, quella mattina i miei skinny hanno deciso di starmi insopportabilmente stretti e ho dovuto optare per questa jumpsuit nera con Tshirt bianca, decolté di vernice nera E cappellino (indispensabile per camuffare la cazzodicanità dei capelli). In fin dei conti sono abbastanza contenta del risultato che mi rappresenta alquanto. Probabilmente Olivia non sarebbe d'accordo ma di questo ne parleremo nel Fescion Aicon a lei dedicato.

In sintesi, non so se questa resterà un'esperienza divertente o si ripeterà in futuro. Onestamente, se quelli della Eastpak hanno visto le mie foto credo che sarò messa sulla lista nera di quelle-che-no-piuttosto-la-morte. Però mi sono divertita. Ho dato uno sguardo nello strano mondo degli eventi di moda, dove si beve solo birra Asahi. Ho conosciuto alcune persone che di mestiere fanno veramente le fashion blogger. Ho appurato che il Direttore Marketing della Eastpak è figo. Ho avuto la conferma che io sono la nemesi di una fescionblogger. E ho portato a casa una borsa. Ah e poi ho deciso che sul blog ci devo aggiungere la mia mail. Però con calma che sennò mi sale l'ansia.

7 commenti:

  1. ...e brava la nostra Nenè!!! comunque eri molto "fashion blogger" con questo outfit..contenta???
    PS: il direttore dellla Eastpak è figo? e perchè non ti sei fatta una foto con lui????
    PPS: batti 5 amica di invicta indistruttibile!

    Claudia

    RispondiElimina
  2. grandissimaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  3. ma guarda che sei carina!!! non fare la falsa modesta come la Zit di Matiseivista, decisamente bella ma che piagnucola sempre sulla sua inesistente venustà.
    cmq eastpack a me non piace, preferisco hogan per zaini e borse da adulto metropolitano.
    Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh Michela ma io ho messo solo le foto in cui sono venuta bene.... Comunque guarda, io in realtà mi piaccio abbastanza nella vita reale, ma non si può dire che sia altrettanto graziosa in foto. Ma sentirsi dire che sono carina è sempre una gioia. Grazie!

      Elimina
  4. te l'ho mai detto che mi piaci un sacco? :D
    Insomma, domanda retorica visto che credo di non aver mai commentato -me capra-.
    Comunque, mi è proprio piaciuto il modo in cui ha raccontato l'evento -la borsa da portare via la voglio pure io T____T-, soprattutto vista la premessa iniziale da "mi invitano per diffondere il Verbo e io ve lo racconto"
    :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è mai troppo tardi!!! Ti ringrazio molto. In effetti non è facile fare la fescion bloggher (solo per una sera) e restare fedeli al proprio stile. Speravo di esserci riuscita. Grazie

      Elimina
  5. Quantum Binary Signals

    Get professional trading signals delivered to your mobile phone daily.

    Follow our signals right now & earn up to 270% per day.

    RispondiElimina