sabato 23 giugno 2012

Estate ovvero la dittatura del costume

Giugno è il mese più inutile dell'intero anno solare. Acquistare una qualsiasi rivista di moda nel periodo che va da aprile a giugno significa imbattersi in una serie di cocenti delusioni.
Uno si aspetta di vedere qualche vestito, un paio di scarpe, un 'acconciatura... e invece no! ti devi sorbire ennemila pagine patinate dedicate a costumi, poi ancora costumi, poi costumi, poi - una botta di vita - sandali, poi ancora costumi, costumi, borse da spiagga, e ancora costumi e costumi fino a quando non arrivi esausta e sudata alla sezione beauty dove trovi consigli su come ottenere un'abbronzatura perfetta.

SOLO CHE.
Solo che è il 23 di giugno e io il mare ancora non l'ho visto. Anzi mi sa che non lo vedrò prima di agosto dato che vivo a Roma, non ho un'auto, odio i mezzi pubblici e nessuno mi invita nella sua casa al mare.

TUTTAVIA.
Tuttavia, il martellamento mediatico inizia a produrre i suoi effetti, visto che stamattina ho avvertito l'insopprimibile desiderio di acquistare un costume.
A grido di "ma ti pare normale che io abbia solo costumi neri?????" mi sono recata da Oysho dove ho provato 3 diversi costumi a fascia:

Number 1)
Slip brasiliano bikini fiocchi + Bandeau bikini scollo aperto = bello, davvero bello. Un color ruggine da manuale. Peccato che c'avessi i 4/5 del culo a zonzo e lo sterno in pole position. Però se rinasco come Gisele giuro che me lo metto...

Number 2)
Slip bikini increspature + Bandeau bikini twist = il colore è molto meno avvincente, ma compensa con un'ottima vestibilità e con una fascia che non mi fa sembrare una bambina di 8 anni

Number 3)
Slip bikini stampato geometrico + ... arrivata a questo punto mi sono fermata perchè ho realizzato che si trattava del quinto costume a fascia nero degli ultimi 2 anni e se mi fossi presentata a casa così sarei stata miseramente vilipesa dalla mia dolce metà.

QUINDI.
Quindi ho optato per il number 2) così quest'estate sembrerò un pò meno proletaria del solito.

Nessun commento:

Posta un commento