sabato 23 giugno 2012

Svolte esistenziali: Le Pliage di Longchamp

Le borse. Fino ai 18 anni, diciamoci le cose stanno, le ignori e sei felicissima con lo zaino Invicta che ti hanno regalato in quinta elementare (nei casi migliori si tratta di un Eastpack ma il concetto è quello).
Poi inizia l'università e capisci che comunque vada e qualsiasi borsa tu possieda HAI BISOGNO DI UNA BORSA PIU' GRANDE. Da là in poi è un calvario di shopping bag in tela e borsoni in simil-pelle-vera-plastica di H&M fino a quando non ti convinci (tra i 22 e i 25 anni) che la tua vita non è degna di definirsi tale se non hai una NeverFull taglia XXL.
Ecco, io ci sono passata. Anche io un giorno mi sono guardata allo specchio e ho sentito tutta l'inadeguatezza della mia borsa. Anche io ho pensato che con una NeverFull i miei problemi sarebbero scomparsi e in più sarei stata stupenda. Anche io ho iniziato a privarmi del cibo e delle sigarette per potermela comprare.
Poi, per fortuna, un giorno la meno fescion delle mie amiche mi si rivolge indicando una signora in lontananza e chiedendo "ma cos'è quella?".

Quella:





questa è la borsa che ha cambiato la mia vita e dopo di lei capisci che non c'è LV al mondo che valga il suo manico destro.

PRO:
- è minimal
- me la posso permettere anche io
- la puoi mettere con quasi tutto (però, ecco, la eviterei quando si è molto ma molto in tiro)
- esiste in ennemila colori: molti fanno cagare ma alcuni sono fantastici
- in nero è semplicemente stupenda
- è capiente in un modo tale che, personalmente, ha ridefinito il concetto di capienza avvicinandolo a quello di Mary Poppins (dalle scarpe d'emergenza al libro passando per il pranzo)
- si piega quindi occupa pochissimo spazio

....ma soprattutto... NON PESA UN CAZZO quindi al peso delle scarpe d'emergenza + libro + pranzo + tutto il resto non aggiungi anche quello di mezzo metro quadrato di pelle di vitello.

CONTRO:
- non fa status... esticazzi?
- non ha la tracolla ... il problema si fa sentire solo se sto ballando quindi esticazzi?
- alcuni colori fanno cagare ... nessuno ti obbliga a sceglierli
- non va bene per uscire la sera... infatti per quello hanno inventat le Chanel matelassé.

Non so. Io personalmente ci ho messo 4 second a trovare i pro e 15 minuti per i contro.
Giuro, la Longchamp non mi paga. Cioè, aprezzerei molto da parte del signor Longchamp, ma no non  mi pagano. Anzi vi dirò tutte le altre borse della Longchamp le trovo totalmente insulse, però lei no, è una SVOLTA.

5 commenti:

  1. Mi preme precisare che il mio "cos'è quella", aveva un'accezione del tutto negativa, non riuscendomi a spiegare perchè quell'oggetto orribile dilagasse nella realtà femminile romana. L'unica motivazione che mi viene in mente, nei confronti di un acquisto tanto insulso, è proprio quello status di cui neghi l'esistenza....appendersi al collo una busta della spesa del supermercato Tigre fa più tendenza! firmato l'antimoda

    RispondiElimina
  2. cara antimoda, il tuo senso pratico è un contributo fondamentale all'evoluzione della specie. Però poi magari la prossima volta parliamo di quella specie di mocassini che hai ai piedi!!!

    RispondiElimina
  3. Io lo dico da una vita che è la borsa per eccellenza!!!e mi sà che tra un pò farà pure status: stanno aprendo lo store a Milan...ma alla fine come ben dici, anche se non fa status, esticazzi!

    RispondiElimina
  4. Qui a Roma spopola. È tipo un invasione di cavallette. Ma io la amo ugualmente. Oggi ci ho infilato dentro: ballerine, pranzo, luci della bici (lunga storia), chiavi di casa, chiavi dell'ufficio, portafogli, beauty case, carica batterie, cellulare, moleskine e 2 numeri arretrati dell'Economist....e c'era ancora tanto spazio!

    RispondiElimina
  5. FreedomPop is the only ABSOLUTELY FREE mobile communications provider.

    With voice, SMS & data plans always start at £0.00/month (100% FREE CALLS).

    RispondiElimina