lunedì 11 febbraio 2013

Voglio le extension di Rihanna

Questo post è un grido di dolore. Ma è anche un J'accuse. Insomma, è un'inutile e non richiesta lamentela.

Tutto è iniziato a luglio quando, ormai tediata dalla mia capigliatura sempre uguale a se stessa, ci ho dato un taglio. Un taglio biondo, per dirla tutta. E nei mesi a venire ho continuato a tagliare, confortata dagli articoli sulle riviste di moda che mi assicuravano che "quest'anno chi non ha i capelli corti fa schifo al cesso", "se hai capelli più lunghi di 3 cm ucciditi che fai prima" e "o corto o morto".

Tuttavia, durante le feste di Natale la mia fedeltà al corto è andata via via scemando e nelle mie stanche membra si è infilato un sottile, subdolo, infame desiderio di capelli lunghi, mossi e castani.
Manco a dirlo, le riviste ci hanno azzuppato il pane inneggiando al ritorno delle "chiome lunghe e selvagge" che io se becco quella che scrive questi articoli, ve lo giuro che le meno due schiaffi a mano aperta perché se una va in giro a convincere la gente a tagliare i capelli e poi, subito dopo, dice che i capelli lunghi sono più belli, allora merita di essere punita fisicamente.

In tutto ciò, noncurante del mio stato psicofisico già provato, arriva Rihanna ai Grammy 2013 conciata così:


Maledetta! Ma non avevi i capelli corti e neri? Cosa sono queste onde? Cos'è questa meraviglia di balayage? Ma perché hai le extension nonostante si dica che per fare le extension ci vogliono già i capelli lunghi??? Perché non ti uccidi? Dio, quanto ti odio! Dio, cosa darei per conoscere il tuo hair stylist!

Insomma, mi sono ritrovata io, i miei 5 cm scarsi di capelli, la mia voglia di lunghe chiome boccolose, il mio astio verso Rihanna e un taglio che, sottratto alle continue sforbiciate del parrucchiere, è diventato del tutto ingestibile. 

Che fare?

La cosa più semplice sarebbe tagliare per non vedere più quelle orrende ciocchette prive di senso, che svettano dal mio collo.
Ma noi siamo donne forti e cocciute e abbiamo deciso che nel giro di qualche tempo [1,5 cm al mese... morirò nel frattempo!] avremo nuovamente una capigliatura femminile e non saremo più costrette a mettere tutti i giorni la gonna e i tacchi alti per rendere immediatamente riconoscibile la nostra appartenenza di genere.

D'altronde odiare i propri capelli e restarsene con le mani in mano è difficile. Il rischio di svegliarsi una mattina e decidere di tingerli di rosa è sempre in agguato.
Quindi ho deciso di trovare modelli di riferimento, personaggi che come me stanno attraversando il dramma di una capigliatura che deve crescere. E che lo stanno facendo con un atteggiamento stoico. Tipo lei, Anne, la donna i cui sorrisi da cavallo gentile non potranno mai nascondere il dolore per la perdita degli amati capelli. Quella che "chi se ne frega che così sono più figa. Ridatemi i miei boccoli!"


Anne, sappi che non sei sola. Io ti sto seguendo. Osserverò red carpet per red carpet le evoluzioni del tuo taglio e insieme supereremo questa terrificante fase di passaggio.
Anne, sii forte: arriveremo a poter legare i capelli.
Anne, tu hai rimandato il matrimonio perché avevi dei capelli troppo di merda. Io non posso, Anne, perché sennò il mio Fornitore di Brillocchio mi picchia. Però ti capisco, Anne, te lo giuro.
Anne, ti prego, non andare dal parrucchiere di Rihanna. Ho bisogno di condividere con te il mio dramma. Mi sei rimasta solo tu. Ho bisogno di te.

Che amarezza.


7 commenti:

  1. Io sono totalmente solidale con te e con l'osservazione di La Zitella Acida qui (http://www.matiseivista.com/2010/11/pappamolla-rihanna.html). Rihanna, sei una pappamolla senza alcuna coerenza e non meriti rispetto. I dannati capelli, ci vogliono 3 minuti a tagliarli, ricrescono in 2 giorni quando sei schiava del colore e hai sempre una ricrescita oscena, ma quando li ri-vorresti lunghi possono impiegarci svariati EONI. Oltre all'affetto, l'unico consiglio è vecchio quanto il cucco resistere all'impulso di tagliare alcunché, anche solo il ciuffo davanti, fino al raggiungimento delle spalle. E' una vita difficile, lo so. Hold on, sister! Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non puoi capire l'onore di essere nella stessa frase della Zit! grazie per il sostegno, sista'

      Elimina
  2. Amica di sventura, scambiamoci le foto di Anne come in un gruppo d'aiuto... ho tagliato i capelli la scorsa estate e ora sono schiava delle forcine nel vano tentativo di farli crescere...
    E sì, TUTTI scrivevano "Oh, i capelli corti! Che meravigliosa scelta audace! Sarete donne moderne!" e poi nel giro di due mesi i boccoli e lo shatush... DANNAZIONE! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No ma la verità è che i capelli corti sono in sé e per sé bellissimi e io mi ci sento molto figa. Solo che adesso avrei voglia di averli lunghi e boccolosi e mi scontro contro quest'ingiusta leggedi natura in base allla quale i capelli crescono - se ti dice culo - di 1,5 cm al mese.

      Elimina
  3. Ahaha!Ma alla fine è sempre così!Anche io quando avevo i capelli corti li volevo lunghi,ora li ho lunghi e qualche volta penso di tagliarmeli per cambiare,ma no!non mi frego da sola di nuovo!
    Ti seguo,se ti va di fare un salto sul mio blog mi fa piacere! :)
    Only a storm in a coffee cup

    RispondiElimina
  4. Sei una grande!!!! Condivido in pienissimo ogni singola parola detta... anch io avevo fatto la genialata attratta da quel maledetto taglio di riri ma adesso che mi si presenta la fase di mezzo vorrei metterle fuoco alle extension!!!! Aaaaaaaaaaahhhhhhhhhhh!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Comunque per mettere le extension come Rihanna anche sui capelli corti basta mettere il weaving (:

    RispondiElimina